Xylella, avviato dal ministro Centinaio il tavolo salva-frantoi

Xylella, avviato dal ministro Centinaio il tavolo salva-frantoi

L’idea nasce per aiutare concretamente agricoltori e frantoiani del Salento

E’ Stato avviato presso il Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo il tavolo Salva Frantoi Salento utile per tutelare i frantoi salentini a rischio chiusura, a causa dell’epidemia della Xylella fastidiosa che ha colpito la Regione Puglia. All’incontro odierno hanno partecipato i rappresentanti di Coldiretti Puglia e una delegazione di frantoiani della provincia di Lecce, tra cui Savino Muraglia e il presidente del Consorzio olivicolo italiano Unaprol David Granieri. «L’incontro di oggi – precisa il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio – è servito a definire le priorità di intervento, in modo da indirizzare in maniera efficace e veloce le risorse disponibili e dare risposte concrete agli operatori salentini duramente colpiti dall’emergenza Xylella.

Il nostro obiettivo è riorganizzare e rilanciare – sottolinea Centinaio – l’olivicoltura pugliese e, di conseguenza, italiana. Far ripartire un settore significa far ripartire la sua economia legata alla filiera produttiva e di eccellenza per questo occorre salvaguardare la qualità dell’olio della cultura e dell’economia di una regione, salvaguardia che parte dal campo e termina nella bottiglia che contiene i sapori e i profumi di un territorio importante come quello pugliese. Nel settore olivicolo, i frantoiani e i frantoi hanno un ruolo fondamentale, perché rappresentano il punto di riferimento di un territorio la cui economia si basa sull’olivicoltura di qualità e che ha voglia di investire per rilanciare lo sviluppo dell’intera regione» ha concluso il ministro.