Comune di Scorrano, avanza l’ipotesi di scioglimento per mafia

Comune di Scorrano, avanza l’ipotesi di scioglimento per mafia

Il prefetto Cucinotta può avviare il procedimento dopo l’inchiesta sui clan

Il caso del comune di Scorrano è ora al vaglio della Prefettura. Ieri mattina si è svolto il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, che però era già stato fissato diverso tempo addietro: è probabile, dunque, che nei prossimi giorni verrà convocato un comitato ad hoc in merito alla vicenda giudiziaria che coinvolge il sindaco Guido Stefanelli.

Il primo cittadino è indagato con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa: secondo l’Accusa avrebbe promesso a soggetti legati al clan Amato la gestione del parco comunale «La Favorita» in cambio di appoggio elettorale. Ora toccherà al Prefetto Maria Teresa Cucinotta valutare se ci siano le condizioni per aprire la procedura che porta al commissariamento del comune e dunque al possibile scioglimento del comune per mafia.