Rave fra gli ulivi del Salento, proposto foglio di via per 39 persone

Intervento della Polizia di Stato. C’è anche un minorenne

A seguito delle attività di indagine e degli accertamenti scaturiti dall’intervento per porre fine al rave party organizzato nel territorio di Castrì, il comando stazione carabinieri di Calimera ha elaborato e proposto al questore della Provincia di Lecce l’emissione della misura di prevenzione personale del “rimpatrio con foglio di via obbligatorio” per la durata di anni tre a carico di 39 persone identificate quali partecipanti al rave party.

Le 39 persone per le quali è scattata la proposta sono tutte di età compresa tra i 18 e i 43 anni a eccezione di uno, un minore che ha 16 anni, provenienti da varie province italiane. Nei giorni scorsi la stazione di Calimera ha denunciato ben 30 persone per il reato di invasione di terreni e successivamente ne erano state deferite altre.

Alla manifestazione non autorizzata avevano preso parte circa 500 persone: i carabinieri e i poliziotti sono riusciti a identificarne alcuni grazie alle videoriprese. Inoltre sono stati sequestrati impianti musicali e di spillatura di birra, oltre a un gruppo elettrogeno.