Negli ultimi giorni, nell’ambito dei controlli volti a contrastare l’evasione tributaria, i Finanzieri della Compagnia di Maglie hanno scoperto, anche a seguito di una mirata analisi di rischio, un professionista esercente l’attività di ‘studi di ingegneria’ nel Comune di Sogliano Cavour (LE), completamente sconosciuto al fisco.

In particolare, al momento dell’intervento presso lo studio del professionista, le Fiamme Gialle hanno rinvenuto una gran mole di documentazione extra-contabile (documentazione “in nero”).

Ai fini della ricostruzione del reddito non dichiarato al fisco, i militari operanti hanno effettuato una serie di controlli incrociati rivolti ai clienti dell’ingegnere evasore, quantificando in oltre 280.000 euro i compensi percepiti “in nero” per gli anni d’imposta dal 2020 al 2024.

L’evasione fiscale costituisce un grave ostacolo allo sviluppo economico perché distorce la concorrenza e l’allocazione delle risorse, mina il rapporto di fiducia tra cittadini e Stato e penalizza l’equità, sottraendo spazi di intervento a favore delle fasce sociali più deboli. Da qui l’importanza dell’azione “chirurgica” svolta dalla Guardia di Finanza contro gli evasori totali e i frodatori.