È stata emanata la nuova ordinanza dirigenziale sulle modalità di conferimento dei rifiuti dal Settore Ambiente del Comune di Lecce (ordinanza n. 2231 del 11/11/2022), che entrerà in vigore a partire dal 28 novembre. L’Amministrazione comunale ha aggiornato la precedente ordinanza dopo che – con il ricorso al quinto d’obbligo dei servizi di igiene urbana alla società Monteco – la raccolta differenziata è stata estesa anche alle marine e alle case sparse, di fatto eliminando, del tutto, il sistema di prossimità (cassonetti stradali) ancora previsti nella precedente ordinanza.

Con questa occasione, sono state apportate piccole modifiche alle modalità di conferimento per utenze domestiche e utenze non domestiche per eliminare alcune criticità emerse con la precedente ordinanza. Fra queste, per venire incontro alle esigenze segnalate da molti utenti, l’orario a partire dal quale si possono esporre a marciapiede i mastelli domestici, dall’1 ottobre al 31 maggio, è stato anticipato alle 20, mentre rimane dalle 22 nei mesi estivi (1 giugno-30 settembre).

In generale, l’ordinanza dettaglia meglio le modalità di conferimento delle varie frazioni, anche  relativamente alle buste da utilizzare per organico, secco residuo, plastica e sfalci e potature, per le utenze domestiche (alle quali a breve saranno integrate le dotazioni di servizio anche con le pattumelle per il conferimento del vetro) e quelle per le utenze non domestiche e per gli operatori delle aree mercatali. Prevede, inoltre, una novità per le utenze non domestiche: la possibilità di richiedere al gestore del servizio di igiene urbana gli espositori metallici, detti “roller-pack”, per l’esposizione degli imballaggi in cartone negli orari previsti in modo che non si disperdano. Infine, con l’ordinanza sono stati introdotti alcuni obblighi di comunicazione da parte degli amministratori condominiali e sono state uniformate le sanzioni da comminare ai trasgressori.

«La percentuale di raccolta differenziata – dichiara l’assessora all’Ambiente Angela Valli – sta crescendo ed è passata dal 22,27% del 2015, data di avvio del sistema di raccolta porta a porta, al 69,26% registrata nel mese di settembre 2022, ma c’è ancora tanto da fare per allinearci alle previsioni normative ed è assolutamente necessario eliminare ogni non conformità effettuando una buona differenziazione ed utilizzando anche la busta adeguata nel conferimento dei rifiuti. A tal proposito, la nuova ordinanza fornisce indicazioni dettagliate per guidarci nel selezionare i rifiuti e nel sapere cosa buttare, dove e quando. Mi auguro, infine, che gli amministratori di condominio ne prendano opportuna visione perchè sono stati introdotti per loro alcuni obblighi di comunicazione e che gli esercenti commerciali possano avere tutti i chiarimenti necessari per collaborare con l’Amministrazione al fine di garantire decoro e pulizia alla nostra città».