I militari della Stazione Carabinieri di Calimera hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Lecce – Ufficio GIP, a firma della Dott.ssa Giulia Proto, su richiesta della locale Procura della Repubblica per il reato di lesioni personali aggravate a carico di medico dell’ASL di Lecce, 57enne.

Il sanitario nel pomeriggio del 2 aprile, fuori dal proprio studio medico di Calimera ha aggredito con calci e pugni un proprio assistito, 85enne di Calimera che aveva richiesto spiegazioni in merito ad una prescrizione medica per una visita ortopedica che l’anziano doveva eseguire. I militari dell’Arma prontamente intervenuti su richiesta di alcuni testimoni hanno sin da subito percepito la gravità dei fatti e dopo aver allertato i medici del 118, hanno avviato le indagini acquisendo un filmato video che riprendeva l’accaduto e procedendo a verbalizzare le dichiarazioni dei presenti. La denuncia dell’anziano è stata formalizzata ai militari che si sono prontamente recati in ospedale dove è stato medicato sincerandosi anche delle condizioni di salute del malcapitato. L’attività dell’Arma coordinata dal Sost. Proc. Dott. Massimiliano Carducci, titolare del fascicolo processuale e dal Procuratore Capo Dott. Leonardo Leone De Castris, ha consentito nell’immediato di raccogliere e suffragare la gravità indiziaria a carico del medico di base che nel pomeriggio odierno è stato arrestato e posto ai domiciliari.

L’anziano 85enne è ricoverato presso l’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove i sanitari hanno diagnosticato la frattura di alcune costole con prognosi di 25 giorni.