Pescatori dispersi in mare: continuano senza speranze le ricerche

Pescatori dispersi in mare: continuano senza speranze le ricerche

Da tre giorni a lavoro le motovedette della Guardia Costiera di Gallipoli

Continuano le ricerche dei due pescatori dispersi nelle acque dello Jonio, al largo di Pescoluse, la marina del comune di Salve. Nelle operazioni sono impegnati uomini e mezzi dei Vigili del Fuoco e della Guardia Costiera in una vasta area di mare tra le località di Posto Vecchio e Pescoluse che nei giorni scorsi è stata battuta da forti venti.

Per il terzo giorno consecutivo, sono in azione le motovedette della Guardia costiera di Gallipoli, oltre a mezzi aerei e nautici dei vigili del fuoco, compresa una squadra di sommozzatori proveniente da Bari. All’alba del 5 febbraio scorso il semicabinato su cui si trovavano i tre pescatori di Gallipoli, Damiano Tricarico, 43 anni, Fabrizio Piro, 53 anni, e il figlio di quest’ultimo, Cosimo, di 33 anni, si è rovesciato forse a causa di un’onda.

I tre sono caduti in mare e solo Cosimo Piro è riuscito a raggiungere la riva a nuoto. Il giovane ha raccontato di avere tentato di salvare il padre tenendolo stretto a sè, ma un’onda avrebbe trascinato lontano l’uomo facendolo scomparire dalla vista del figlio. La barca è stata recuperata e posto sotto sequestro.