Il dirigente della sezione Mobilità della Regione Puglia ha determinato l’ammissione al finanziamento della proposta candidata dal Comune di Lecce “Messa in sicurezza di sei attraversamenti pedonali nella città di Lecce” per l’importo complessivo di Euro 300.00,00, di cui Euro 150.000,00 (pari al 50,00%) cofinanziato con le risorse ministeriali relative Piano nazionale della sicurezza stradale e altrettante risorse comunali.

Il progetto, approvato con delibera di giunta 234 nel luglio del 2020, prevede la realizzazione di sei attraversamenti pedonali rialzati in città, in particolare in Viale Michele De Pietro (in prossimità del parcheggio pluripiano di recente costruzione), in Viale Marche (in prossimità dell’ingresso all’INPS), in Via Monteroni (altezza caserma Nacci), in Via Merine (in prossimità dell’ingresso all’Istituto Industriale E. Fermi), in Viale Ugo Foscolo (nel tratto compreso tra via Manzoni e via Argento), in Viale Rossini (nel tratto compreso tra via Merine e via Puglia).

Gli interventi consisteranno in una sopraelevazione che andrà a collegare le due sponde della carreggiata in corrispondenza dell’attraversamento pedonale. Si tratta di interventi a protezione dei pedoni e degli altri soggetti deboli della strada, la cui visibilità e precedenza sui veicoli in transito viene sancita anche fisicamente: non è il pedone che scende dal marciapiede per “invadere” la carreggiata utilizzata dai veicoli in transito, ma è il veicolo in transito che sale al livello del marciapiede dove sono in transito i pedoni che hanno la precedenza.

Il rialzamento della carreggiata al livello del marciapiede, in corrispondenza degli attraversamenti pedonali, oltre a rendere visibile il pedone, consente di moderare la velocità dei veicoli in transito e di garantire pienamente l’accesso all’attraversamento per le persone con disabilità.

Per migliorarne la visibilità, gli attraversamenti saranno segnalati attraverso idonea segnaletica orizzontale in colato plastico ad alta rifrangenza, sia sul piano dell’attraversamento pedonale che in avvicinamento alle rampe di collegamento al piano stradale; nonché mediante l’apposizione di segnaletica verticale con dispositivi luminosi lampeggianti, nonché realizzata apposita segnaletica orizzontale di preavviso costituita da strisce di raccordo alle isole salvagente, con impiego di dispositivi integrativi dei segnali orizzontali (occhi di gatto) e la realizzazione di almeno tre gruppi di rallentatori ottici per ogni corrente di traffico veicolare.

Attraversare a piedi i viali della circonvallazione e le arterie ad alta densità di traffico è per tanti cittadini una impresa difficile, spesso rischiosa a causa della velocità delle auto e dell’insufficiente visibilità delle strisce pedonali – dichiara l’assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteis – con questo progetto riusciremo a intervenire in luoghi ad alta densità automobilistica, migliorando decisamente la sicurezza dei soggetti deboli della strada e riducendo il rischio di incidenti gravi.  È il modo migliore per continuare il lavoro ancora in corso sugli attraversamenti pedonali luminosi di viale Cavallotti, che entreranno in funzione la prossima settimana”.