Con una delibera della giunta comunale approvata ieri, il Comune di Lecce ha aderito all’iniziativa “Free Patrick Zaki, prisoner of conscience” dell’Associazione “Diffondiamo Idee di Valore” in sinergia e collaborazione con la sezione italiana di “Amnesty International Italia”, con “PosterforTomorrow”, con il Festival dei Diritti Umani di Milano e con l’Alma Mater Studiorum dell’Università di Bologna.

“Free Patrick Zaki, prisoner of conscience” è una edizione speciale del concorso internazionale di comunicazione sociale “Poster For Tomorrow”. L’obiettivo del contest è unirsi, con il linguaggio dell’arte e della creatività, alle donne e agli uomini che nel mondo chiedono a gran voce l’immediata liberazione dello studente egiziano dell’Università di Bologna. I dieci migliori poster 50×70, selezionati da una giuria internazionale, saranno affissi a partire dal 7 e 8 febbraio – anniversario del primo fermo e della convalida dell’arresto – a Bologna (che ha conferito la cittadinanza onoraria allo studente), Lecce e nelle altre città e nei luoghi pubblici e privati che aderiranno all’iniziativa. Le informazioni sul concorso sono disponibili sul sito www.posterfortomorrow.org

Patrick Zaki è diventato, suo malgrado, un simbolo della libertà di espressione a rischio in tutti i paesi del mondo governati da regimi autoritari – dichiara il sindaco Carlo Salvemini – questa iniziativa, partita dalla nostra città, dove è presente un tessuto fertile di iniziativa e impegno sui temi dei diritti umani, ci vede coinvolti attivamente. Ringrazio l’associazione Div, Amnesty e gli altri partner, l’auspicio è che il crescente coro di voci possa incoraggiare nuove e più incisive iniziative diplomatiche a livello nazionale ed europeo per porre finalmente fine alla ingiusta detenzione di Patrick”.