Annegato in mare da almeno 12 ore, il suo corpo viene scoperto dagli altri bagnanti. È accaduto stamattina a Marina di Alliste, sul litorale ionico della provincia di Lecce. Antonio Cavalera, 79 anni, originario di Racale ma residente a Pianiga, in provincia di Venezia, ha perso la vita in mare, probabilmente a causa di un malore.

A fare la scoperta, intorno alle 8.30, alcuni bagnanti, che hanno notato il corpo ormai senza vita a ridosso della scogliera. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo di Casarano e della stazione di Racale, i militari della guardia costiera di Torre San Giovanni di Ugento, gli agenti della polizia locale di Alliste e i volontari della protezione civile. Su disposizione del pm di turno, la salma è già stata restituita ai familiari.

Da quanto si è appreso, l’uomo era in vacanza da solo e come ogni giorno ieri ha trascorso diverse ore sulla scogliera. A quanto pare, però, non ha fatto ritorno a casa in serata. Forse il malore lo ha colto già ieri sera: il corpo è rimasto in mare per tutta la notte.

Fonte: Pierangelo Tempesta de “La Gazzetta del Mezzogiorno”