Babbo Natale al “Fazzi” per portare doni ai bambini ricoverati

Babbo Natale al “Fazzi” per portare doni ai bambini ricoverati

Si tratta di un vigile urbano del comando provinciale guidato dal comandante Bennardo

«Dicembre si colora di piccole luci e riempie l’aria di canzoni e odori che sanno di case felici, famiglie in festa, alberi addobbati e biscotti lasciati alla vigilia per Babbo Natale, quel caro babbo che tutti i bambini aspettano», sono le parole di Don Gianni Mattia, presidente dell’Associazione “Cuore e mani aperte” e cappellano del Presidio Ospedaliero “Vito Fazzi” di Lecce, a commento di quanto avvenuto stamattina, quando i Vigili vestiti da Babbo Natale sono saliti con un’autoscala per portare regali e sorrisi nei reparti di Pediatria e Chirurgia Pediatrica. L’iniziativa è stata possibile grazie alla sinergia tra l’associazione e il comando provinciale dei Vigili guidato dal comandante Giuseppe Bennardo.

Ad attendere i piccoli pazienti anche folletti, supereroi, tra cui le protagoniste di Frozen e Capitan America, e tanti volontari clown dal camice colorato volontari dell’associazione “Cuore e mani aperte”, che hanno allietato questo momento di condivisione.

L’Associazione “Cuore e mani aperte” non è nuova a iniziative di questo tipo. Da sempre ha compreso l’importanza dell’umanizzazione in quei luoghi dove alle volte il dolore ci fa dimenticare di essere uomini, di essere vita. Unendo la visione d’amore di Don Gianni con quella di uomini le cui divise oggi sempre con più forza li rende eroi e angeli, si è regalato un momento di distrazione dalla routine ospedaliera ai piccoli pazienti ricoverati in questi giorni di festa e alle loro famiglie che nel loro accudire, sostenere, sorridere anche quando quel sorriso non lo si sente insegnano che il Natale è amore e l’amore può essere donato.

Lascia un Commento