Tap: microtunnel nel Salento, Tar nega sospensiva lavori scavo

Tap: microtunnel nel Salento, Tar nega sospensiva lavori scavo

Rigettati i ricorsi del Comune di Melendugno e delle associazioni ambientaliste

Il Tar del Lazio dice di no al Comune di Melendugno e alle associazioni ambientaliste che chiedevano con due distinti ricorsi l’annullamento delle verifiche di ottemperanza alle prescrizioni ambientali che consentono l’inizio delle trivellazioni del microtunnel della Tap. L’opera è prevista a San Foca di Melendugno, nelle cui acque marine, a una profondità di 25 metri, si innesterà poi il gasdotto della Tap che arriverà dalla costa albanese. Se accolta, la sospensiva avrebbe determinato il blocco d’inizio lavori in questione fino alla discussione di merito, fissata per il 14 novembre prossimo. L’ordinanza è stata pubblicata oggi. Comune di Melendugno e ambientalisti contestavano la decisione con cui il ministero dell’Ambiente aveva valutato la non assoggettabilità alla Via del punto di uscita sottomarino del microtunnel. Ente locale e ambientalisti ritenenevano che non fossero rispettate le distanze dalla ‘prateria’ sottomarina di ‘Cymodocea nodosa’. Il Tar dice invece che l’interferenza è minima, un paio di decine di metri su un’area estesa diversi ettari.