Blitz dei No Tap al cantiere del gasdotto, carica della Polizia: due feriti

Blitz dei No Tap al cantiere del gasdotto, carica della Polizia: due feriti

Numerosi attivisti hanno provato a rallentare i lavori

Scontri tra la polizia e gli attivisti No Tap sono avvenuti a Melendugno, nel cantiere per il gasdotto Tap. All’alba numerosi attivisti ambientalisti si sono ritrovati presso l’ingresso Eurogarden, sulla provinciale Melendugno-San Foca, per provare a rallentare nuovamente i lavori. Una nuova azione di lotta, dopo le proteste dei mesi scorsi.

Di fronte al blocco, le forze dell’ordine hanno attuato azioni di contrasto e di contenimento. “Ci sono state manganellate a un attivista che stava riprendendo con il telefonino – ha denunciato il movimento No Tap – e una manganellata dietro l’orecchio a un altro che stava parlando al telefono”. Per soccorrere le persone ferite è intervenuta un’ambulanza.

Anche Tap ha presentato una denuncia. “La scorsa notte la strada di accesso al cantiere è stata nuovamente ostruita con pietre, massi e altri ostacoli per impedire il passaggio degli operai che ogni mattina si recano al lavoro. Sono stati trovati sul posto anche chiodi a tre punte lasciati sull’asfalto. Al loro arrivo, resisi conto della situazione, gli operai hanno provveduto a liberare la strada con le ruspe”.