Sequestrato dalla Guardia Costiera il lido Buenaventura per abusi edilizi

Sequestrato dalla Guardia Costiera il lido Buenaventura per abusi edilizi

Distrutto da un incendio nel 2017 e regole non rispettate nella ricostruzione

I militari della Guardia Costiera di Gallipoli hanno sequestrato il lido balneare “Buenaventura” che sorge in località Fontanelle, in territorio di Vernole. I sigilli sono scattati a seguito del provvedimento emesso dal gip Michele Toriello su richiesta del Sostituto Procuratore del Tribunale di Lecce Roberta Licci in seguito alle indagini effettuate dai militari della Guardia Costiera.

Lo stabilimento era stato oggetto di un incendio lo scorso anno: proprio nelle fasi di ricostruzione, il proprietario avrebbe violato le concessioni demaniali. Di fatto, secondo le verifiche dei militari, era stato realizzato un accorpamento delle strutture e la riconfigurazione dei manufatti esistenti con la creazione di una struttura radicalmente diversa per dimensioni, forme e materiali utilizzati rispetto alle planimetrie allegate alla concessione demaniale marittima ed all’autorizzazione paesaggistica.

Variata sia la posizione che la consistenza delle superfici coperte, ampliato il locale bar rispetto alla superficie originariamente autorizzata, occupate ma non autorizzate superfici demaniali per ulteriori 120 metri quadrati mediante la posa in opera di alcune pedane in legno esterne alla struttura ed infine non era stata rispettata la prescrizione paesaggistica che prevedeva, durante le fasi realizzative della struttura che venisse tutelato il piede dunale con la realizzazione delle opere ubicate ad una certa distanza.

Sulla scorta di tali violazioni, tutta la struttura per una superficie complessiva di circa 300 metri quadrati, è stata posta sotto sequestro a disposizione della locale Autorità Giudiziaria e affidata in custodia giudiziale al titolare.