Juve Stabia corsara al “Via del Mare” contro la capolista Lecce

Il gol di Mastalli decide il match nella ripresa. Salentini sconfitti dopo 22 giornate

Dopo 22 risultati utili consecutivi il Lecce di Liverani si arrende al “Via del Mare” contro la Juve Stabia sprecando, difatto, un importante match point visto anche il turno di riposo del Catania. I salentini sprecano tanto in attacco mentre i campani sono cinici e precisi in una delle rare occasioni costruite da rete. Liverani sceglie il classico 4-3-1-2 con Di Piazza in campo dal primo minuto in coppia con Saraniti. Solo panchina per Torromino. Il tecnico Caserta, invece, sceglie il 4-3-3 con il trio offensivo Melara-Paponi-Strefezza. Subito brividi per la difesa ospite quando, al quarto d’ora, arriva l’occasionissima per Di Piazza: cross di costa Ferreira perfetto e colpo di testa dell’attaccante leccese a lato di poco. Al 22’ arriva lo scambio Lepore-Armellino con il cross di quest’ultimo per l’incornata di Saraniti alta di poco. Mezz’ora ed è sempre dominio leccese con il tiro di Lepore da posizione centrale e palla che va vicina all’incrocio dei pali. Dopo oltre 40 minuti di solo Lecce arriva la replica della Juve Stabia: 43 minuti di gioco e contropiede ospite con Vicente che lancia Paponi abile a calciare al volo di destro ma la sfera è sul fondo. Solo un minuto dopo arriva la controreplica leccese: Lepore calcia in diagonale ma la sfera è a lato.

Niente più emozioni per la prima frazione di gioco e dagli spogliatoi torna in campo un Lecce ancor più determinato: Costa Ferreira, dopo tre minuti, calcia potente di sinistro, sfera ribattuta e Saraniti prova la seconda conclusione alta da buona posizione. Gli stabiesi rispondono subito al 53’ con il cross di Viola per Bachini e l’anticipo di Perucchini. Poi è Mancosu al 57’ a calciare dal limite ma Bacci respinge bene con il piede. Al 67’ è la volta di Viola che ci prova dalla distanza. Ma due minuti più tardi è Armellino ad impensierire rasoterra Bacci bene con la presa a terra. Ed al 70’ arriva il vantaggio ospite: ripartenza orchestrata da Paponi e servizio perfetto per Mastalli che non può far altro che metter la sfera in rete. Reazione sterile del Lecce evidentemente frastornato dal gol subito ed al 76’ ci prova Lepore da destra ma il cross è ben intercettato da Bacci. Sempre il capitano giallorosso ci prova su punizione all’84’ con la palla che sfiora l’incrocio dei pali. All’87’ arriva il corner di Torromino per Arrigoni che di testa mette la palla sul fondo di poco. Sul ribaltamento di fronte arriva il clamoroso palo di Franchini per la Juve Stabia a Perucchini battuto. Stabiesi che al 93’ sfiorano il raddoppio ma a dirgli di no è una bella parata di Perucchini. Non c’è più tempo e la Juve Stabia vince al cospetto della capolista Lecce che sabato prossimo sarà impegnato in un testa-coda contro l’Akragas.