Il Lecce batte il Catanzaro 3-1: subito in gol Saraniti

A segno anche Mancosu e autogol di Di Nunzio, Letizia per i calabresi

Non poteva mancare l’appuntamento con la vittoria il Lecce che al “Via del Mare” ha ospitato e battuto il Catanzaro con il punteggio di 3-1. Gara dai due volti per i ragazzi di mister Liverani, con un primo tempo meno incisivo rispetto a quanto dimostrato nella ripresa. In campo subito l’attaccante Saraniti all’esordio con i leccesi.

Pronti via e il Lecce è subito in avanti con un cross dalla destra di Lepore trasformato in gol proprio dal neo arrivato Saraniti che insacca di testa: è l’11’ e i padroni di casa sono in vantaggio 1-0. Il Catanzaro prova a reagire al quarto d’ora con un calcio di punizione di Letizia, terminato di un soffio sopra la traversa. Gli ospiti insistono, il Lecce arretra, e al 26′ arriva il pareggio: Letizia riceve palla dopo una bella combinazione con i compagni e viene lasciato libero di entrare in area, diagonale secco ed è 1-1. Padroni di casa che non reagiscono e accusano il colpo, tre minuti dopo, infatti, Spighi prova una conclusione che termina fuori di non molto. Ancora Catanzaro in avanti con Infantino che prova la conclusione dalla distanza, parato saldamente da Perucchini. Il primo tempo si chiude con Mancosu che prova una girata al volo, ma l’azione non desta alcuna preoccupazione. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 1-1.

Nella ripresa Liverani prova a scuotere i suoi: dentro Tsonev, fuori Tabanelli. E’ un Lecce più motivato quello che torna in campo. Al 55′ leccesi in avanti con Saraniti che dall’out di destra prova un cross tagliato al centro, sulla traiettoria interviene Di Nunzio che mette la palla clamorosamente nella sua porta. Il Lecce si riporta in vantaggio ed è 2-1 grazie all’autorete del difensore calabrese. I padroni di casa e leader della classifica, sulle ali dell’entusiasmo, trovano la terza rete al 70′ con Tsonev che serve al limite dell’area Mancosu, destro a giro e palla che si infila alle spalle di Nordi. 3-1 Lecce, con una deviazione della difesa forse decisiva. Il Catanzaro non riesce mai ad impensierire la difesa di casa. Al 90′ arriva solo una conclusione di Maita troppo debole per impensierire Perucchini. Fischio finale e Lecce che continua la sua corsa in vetta alla classifica.