Distrussero sede ultras Picerno, 22 tifosi del Nardò colpiti da Daspo

Distrussero sede ultras Picerno, 22 tifosi del Nardò colpiti da Daspo

Al termine della gara armati di mazze e bastoni cercarono lo scontro, poi evitato dalla Digos

Il Questore di Potenza ha emesso 22 provvedimenti di Daspo nei confronti di altrettanti tifosi del Nardò. Il provvedimento è scattato a seguito degli incidenti avvenuti prima della gara di Coppa Italia di serie D giocata il 4 ottobre a Picerno, provincia di Potenza.
Nella conferenza stampa di ieri il questore del capoluogo lucano Afredo Anzalone ha ricostruito i fatti: i tifosi del Nardò, giunti in paese per assistere alla gara si sono accaniti contro la sede della tifoseria di casa, la “Teste Matte”, danneggiando la vetrata e rubando le chiavi e uno striscione. Alcuni di loro hanno anche mandato in frantumi il lunotto posteriore di un’auto parcheggiata nelle vicinanze. In seguito si sono recati in massa allo stadio ma non sono entrati, ritenendo troppo caro il biglietto. Non contenti si sono armati di mazze, bastoni ed altri oggetti contundenti, pronti a sfidare i tifosi del Picerno al termine della partita: lo scontro non avvenne grazie all’intervento della Digos.

Nei confronti dei tifosi violenti è scattato il divieto di assistere a manifestazioni sportive per tre e cinque anni.